IL VIDEO: IL NUOVO TREND MARKETING CHE ARRIVA DA NEW YORK - Growell
16875
post-template-default,single,single-post,postid-16875,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-9.5,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

IL VIDEO: IL NUOVO TREND MARKETING CHE ARRIVA DA NEW YORK

IL VIDEO: IL NUOVO TREND MARKETING CHE ARRIVA DA NEW YORK

Le innovazioni tecnologiche dettano il passo del cambiamento e il pubblico è sempre più esigente e digitalizzato. La nuova generazione cresciuta insieme alle nuove tecnologie non è uno spettatore passivo, anzi! Detta le regole del cambiamento e delle decisioni d’acquisto, perché rappresenta il più grande bacino d’utenza dei consumatori. Per affrontare questo cambiamento le imprese dovranno far fronte alle esigenze delle nuove generazioni e l’uso della tecnologia sarà necessario a ogni azienda o piccola bottega che dovrà assicurare la propria presenza online.

Un possibile sbaglio? Fare da sé

Nell’universo del Content Marketing la regola del “chi fa da sé fa per tre” non sempre rappresenta la scelta giusta. La massiccia fruizione dei mezzi di comunicazione e soprattutto delle piattaforme di social network e dei rispettivi contenuti liquidi, danno agli utenti la sicurezza di poter sfruttare autonomamente le possibilità di promozione del proprio brand, della propria azienda o attività. Ma questa è un’arma a doppio taglio, perché se da una parte può ammortizzare la spesa che richiederebbe la consulenza di figure professionali specializzate, dall’altra ci si potrebbe ritrovare a mettere online contenuti gestiti senza pianificazione, con il risultato opposto a quello desiderato.

Meglio affidarsi a professionisti

Fermo restando che ognuno è libero di promuovere la propria attività come meglio crede, rivolgersi a un’agenzia che fornisce contenuti è la scelta migliore. L’agenzia si avvale di Content Creator sempre aggiornati sui nuovi trend, la maggior parte dei quali fa capolino dagli States, che hanno a disposizione mezzi e risorse proprio perché è il loro lavoro, e difficilmente chi ha un’attività riesce a trovare mezzi e tempo da investire in questa laboriosa ricerca.

Un nuovo trend su tutti? Il Video Content Marketing

Dal 2016 Facebook, la società che gestisce il social network più utilizzato dagli utenti internauti, ha investito parte del suo capitale su un potente mezzo di comunicazione, il video, facendo riferimento alle nuove logiche di mercato e all’attenzione che l’audiovisivo riscuoteva su piattaforme dedicate come You Tube e Vimeo. I più skillati marketer, brand e Content Creator d’oltreoceano hanno sperimentato sul campo il potere del mezzo audiovisivo con i loro clienti, riscuotendo un aumento considerevole della domanda e un’affezione e successiva fidelizzazione da parte del pubblico nei confronti dei loro clienti. Il risultato? Il video è esploso diventando un vero propulsore di contenuti, arrivando a toccare corde che prima non avevano raggiunto il testo o le immagini.

Cosa offre di diverso il video rispetto ai contenuti testuali o alle immagini?

Il video è diventato un valore aggiunto considerevole per ampliare il piano di lavorazione che punta alla crescita e alla visibilità di piccoli, medi o grandi brand. Testi, immagini e video coesistono in un organico strategico, accompagnandosi come strumenti di un’orchestra. In questo modo il video può trasmettere un’informazione o un’emozione. Applicare la tecnica dello storytelling utilizzando il video equivale a raccontare se stessi, la propria storia, la propria filosofia di lavoro e le proprie sensazioni attraverso una narrazione emotivamente coinvolgente. A differenza della pubblicità tradizionale, che comunque usa in molti casi questa tecnica, i Content Creator oggi hanno a disposizione budget molto limitati e tempi stretti. Dalla loro parte però c’è un nuovo pubblico, che sempre meno si riconosce nei modelli predefiniti che il mercato e un certo tipo di comunicazione impongono, un pubblico più che mai consapevole che è attratto da storie vere, non artefatte, non patinate ma solo, appunto, raccontate bene.
Ecco quello che facciamo noi di Growell: aiutiamo i clienti a raccontare se stessi… lo facciamo in modo professionale, con budget sostenibili, e attraverso tecnologie e piattaforme digitali che ci aiutano ad amplificare la loro storia e le loro idee.
Insomma, il 2018 sarà l’anno del Video Content Marketing già pienamente affermato negli Stati Uniti, ma che deve ancora trovare la sua strada in Italia. Sicuramente è un efficace strumento di promozione, che può investire diversi ambiti di mercato e che a New York si è prepotentemente affermato anche nel mondo del Food & Beverage.

Noi di Growell siamo sul pezzo!

Partendo da queste indagini di mercato, che ci hanno portato a considerare i nuovi trend marketing d’oltreoceano, abbiamo testato con mano la forza del Video Content Marketing realizzando prodotti efficaci in ambito food, fashion e hi-tech.

Per informazioni scriveteci su info@growell.it. Vi aiuteremo ad amplificare il valore del vostro brand.

Scritto da: Piero Moska (videomaker)

Immagini backstage nell’articolo: Gabriele Scaglione (graphic & photo)

In foto: Luca Marinacci (creative director), Isabella Grimaldi (copy writer e autrice) e Vincenzo Leone (videomaker)

 

Nessun commento

Scrivi un commento